Primario Relazione Schiava sottomessa sono sempre disponibile

Schiava Ninfomane di Torino cerca Master esperti in dominazione

Schiava sottomessa sono sempre 63624

Se volete leggere le precedenti interviste eccovi qui quella di Ayzaduno dei più conosciuti esperti di BDSM in Italia. Sono sempre stata una persona curiosa, abbastanza fuori dagli schemi, aperta al confronto e con molta voglia di sperimentare cose nuove, sia nella vita di tutti i giorni che nella sfera sessuale. Io ero rapita dai suoi racconti e mille domande mi turbinavano in testa. Non avrei mai pensato che una cosa del genere potesse fare per me.

Sono una ninfomane che trova soddisfazione abbandonato quando viene dominata. Fin quando un giorno ho incontrato un uomo notevole più grande di me, che mi ha iniziato ai piaceri della assoggettamento. La serata era iniziata come un normale appuntamento, ma già avevo notato che aveva un modo di attivitа distaccato, come se fosse già limpido che a condurre il gioco epoca lui e soltanto lui. Terminata la cena, mi ha portato a abitazione sua, senza chiedermi se mi andasse o no. Iniziavo a sentirmi a disagio, quando è ricomparso, completamente arido, e mi ha ordinato di spogliarmi. Ho fatto per alzarmi e andarmene, ma lui mi preso per i capelli e mi ha costretta a sedermi di nuovo. Avevo il adatto pene proprio davanti alla faccia, e quando mi ha detto di dischiudere la bocca mi sono resa calcolo che non ero nè spaventata nè arrabbiata, ma solo molto eccitata per la situazione. Ho eseguito tutti i suoi ordini, e ho avuto il mio primo vero orgasmo mentre mi prendeva da dietro, insultandomi e sculacciandomi. Da allora mi si è disponibile un mondo, e ho capito avvenimento mi mancava.

Sono sempre stata una ragazza totalmente remissiva, sin da bambina mi sono sempre fatta mettere i piedi in capo dagli altri. Questa condizione di fanciulla sottomessa non mi faceva soffrire, invece mi procurava un inspiegabile ed acuto piacere. Ogni volta che gli estranei mi umiliavano, infatti, mi eccitavo tantissimo ed arrivavo persino al punto di masturbarmi. Inizialmente non mi resi calcolo della cosa, poi cominciai a badare di non essere normale. Gli estranei, quando venivano trattati male o derisi, soffrivano parecchio; io, invece, provavo delizia e andavo addirittura volutamente alla analisi di situazioni per me molto umilianti. Adesso che sono una donna adulta non posso fare a meno di essere umiliata e sottomessa. Mi piace comportarmi da cagna, mettermi a quattro zampe e scodinzolare davanti al mio Padrone.